Cambiano le norme sui congedi parentali

Dal 13 agosto sono entrate in vigore le novità previste nel decreto dello scorso 30 giugno.
10 giorni obbligatori e retribuiti al 100% per i papà con l’ obiettivo di migliorare la conciliazione tra vita lavorativa e vita familiare.
Sale da sei a nove mesi il congedo familiare per i genitori,
-dieci giorni erano solo sperimentali,dal 13 agosto i papà possono usufruire dei dieci giorni nei due mesi prima della nascita o durante i cinque giorni successivi al parto e  la norma prevede per i parti gemellari che i giorni diventano 20.

– il  congedo parentale fino a dodici anni del bambino, rispetto ai sei il periodo di aspettativa indennizzabile al 30% arriva a nove mesi invece di sei.
– oltre i tre mesi al 30% sono usufruibili dai genitori in alternativa tra loro.
Cambia la norma anche per le lavoratrici autonome il diritto all’indennità giornaliera viene estesa anche ai due mesi prima del parto in caso di gravi complicanze della gravidanza o di persistenti forma di disturbi possano essere aggravati dallo stato di gravidanza.
Lavoratori e lavoratrici dipendenti inoltreranno le richieste al datore di lavoro.
Stagionali e autonomi e iscritti alla gestione separata presenteranno domanda diretta all’INPS.
Alfredo Magnifico
Segretario generale
Confintesa smart