Le Chicche dalla capitale. L’antica Roma da scoprire dalle Terme Caracalla a Minerva Medica.

 A settembre le aree archeologiche saranno protagoniste, grazie a uno speciale ciclo di aperture straordinarie e visite guidate organizzato dalla Soprintendenza Speciale di Roma.

Le imponenti e celeberrime Terme di Caracalla accanto alla Minerva Medica, un’aula monumentale del IV° secolo dopo Cristo fantasiosamente considerata dal XVII° secolo un tempio intitolato alla terza divinità della triade capitolina; l’area archeologica di Grottarossa, torna accessibile dopo 4 anni, e sulla via Flaminia la maestosa Villa di Livia e l’Arco di Malborghetto, dove è stata recuperata e ricomposta una porzione del prezioso frontone di uno dei sepolcri dell’area funeraria di Saxa Rubra.

E ancora le Tombe di Fadilla e i Nasoni all’Area archeologica di Gabii, fino al Museo diffuso di Testaccio, con la Porticus Aemilia, l’Emporium e il sito archeologico che si trova nell’area sottostante al Mercato.

Saranno tante e diverse le esperienze a disposizione degli appassionati di arte e archeologia, che potranno tornare a visitare luoghi unici o scoprirli per la prima volta.

Le iniziative prenderanno il via il 3 settembre, con le visite guidate a Minerva Medica, poi fino a fine mese proseguirà il calendario relativo a tutte le aree.

La Soprintendenza si dimostra, ancora una volta, in grado di offrire un’eccezionale offerta culturale ai visitatori, proponendo aperture e visite guidate in contesti e orari solitamente non accessibili, comunica, Daniela Porro, Soprintendente Speciale di Roma.

Settembre è anche il mese della ripartenza in città e con questi appuntamenti si vuole o impostare una nuova stagione della Soprintendenza, all’insegna di appuntamenti e novità importanti.

A Ventotene una panchina dedicata a David Sassoli

Il Comune di Ventotene ha aderito alla proposta della Commissaria Straordinaria di Governo Silvia Costa di realizzare a Ventotene “Una panchina per l’Europa” dedicata a David Sassoli, già Presidente dell’Unione Europea.

L’iniziativa delle Panchine europee, lanciata nel 2021 dai Giovani Federalisti Europei, ha incontrato numerose adesioni in Italia: panchine realizzate da giovani volontari diventano il punto da cui inviare messaggi di sostegno all’Europa, grazie a fotografie e video che vengono poi lanciati sulla rete e condivisi sui social.

David amava molto Ventotene, riferisce Silvia Costa: in occasione di un incontro con la cittadinanza che avevo organizzato nel 2021 nell’ambito del Progetto di recupero dell’ex Carcere di Santo Stefano, ci inviò un videomessaggio a conclusione del quale ci salutava con questa frase che potrebbe essere riprodotta sulla panchina: “E’ lì, a Ventotene, che abbiamo avuto uomini e donne che hanno immaginato per noi un futuro diverso”.

Energia: D’Amato, Governo intervenga per salvaguardare la sanità

La bolletta energetica sta diventando sempre più pesante per tutte le strutture del Sistema sanitario, sia pubbliche che accreditate. L’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato,dichiara: “Solo nel Lazio la maggiorazione dei costi per il sistema sanitario pubblico supera, nella stima a fine anno, i 100 milioni di euro senza contare la componente accreditata.

È necessario che il Governo predisponga delle misure idonee a garantire i livelli essenziali di assistenza, sterilizzando gli aumenti per le strutture sanitarie e garantendo così i servizi.

Faccio mio l’appello delle associazioni di categoria per affrontare insieme questa emergenza. Abbiamo in corso investimenti molto importanti nell’uso della cogenerazione e delle energie rinnovabili, ma occorre tempo prima del loro pieno utilizzo e in questi mesi non possiamo certo ridurre le prestazioni che invece devono essere aumentate”.

Termovalorizzatore Roma, Gualtieri: “Si farà entro 2025”

La dichiarazione del sindaco al termine della riunione del tavolo tecnico sul Giubileo a Palazzo Chigi con il premier Mario Draghi rassicurano che: “Il termovalorizzatore a Roma si farà, lavoriamo affinché sia pronto, in tutto o in parte, entro il 2025″. In che zona di Roma “si capirà quando ci sarà la manifestazione di interesse”.

Quella sul Giubileo a Palazzo Chigi è stata una “riunione molto proficua, grande sintonia sulle linee guida degli interventi che puntano non solo a modernizzare Roma e a metterla nelle condizioni di accogliere decine di milioni di pellegrini, ma anche di lavorare sulla dimensione dell’inclusione sociale, della riduzione delle distanze e delle disuguaglianze in linea con il messaggio di fraternità di Papa Francesco.

Sulla base di questa definizione comune delle linee generali, che hanno avuto un vasto consenso nel corso della riunione, prosegue il sindaco, presenterò a breve al premier Mario Draghi, entro una decina di giorni, il piano con la lista dettagliata degli interventi sulla base dei capitoli che oggi ho illustrato”.

Nel piano sul Giubileo con la lista dettagliata degli interventi che il sindaco di Roma presenterà entro una decina di giorni al premier Mario Draghi ci sono anche lavori “importanti come il sottopasso che consente la pedonalizzazione di via della Conciliazione, l’interrazione di un unico cammino da Castel Sant’Angelo a San Pietro”.

Molto importante sarà l’apertura della fermata della metro C presso il Colosseo entro il 2024″.

A. M.