La Sapienza di Roma al top del mondo per studi classici.

Il sistema universitario italiano sale nelle valutazioni stilate nel Quacquarelli Symonds, che fornisce l’analisi comparativa delle prestazioni di 15.200 programmi universitari individuali di 1.543 università in 88 località del mondo.

Qs include, in questa classifica, 56 università Italiane che ottengono 507 piazzamenti.

L’Italia risulta la settima nazione al mondo per numero di posti in classifica e la seconda a pari merito con la Svezia per avere un primato mondiale, ottenuto da La Sapienza di Roma, in Classici e Storia Antica.

L’Italia è la seconda a pari merito con la Francia per il numero di piazzamenti tra i top10 al mondo, inoltre, ha una media di posti in classifica per numero di Università di 9.1, appena superiore alla media dell’Unione europea di 8.7.

Tra le 56 università Italiane in classifica, ci sono quattro nuove entrate: l’Accademia Nazionale di Arte Drammatica di Roma Silvio d’Amico Arti dello spettacolo, l’Università della Calabria Fisica e astronomia, l’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli Medicina l’Università degli Studi “G. d’Annunzio” Chieti-Pescara. Per quanto riguarda le università nel mondo, quelle statunitensi sono in testa in 28 delle 51 materie classificate.

 L’Università di Harvard e il Mit rimangono gli atenei con le migliori prestazioni, classificandosi al primo posto in dodici materie.

Tredici classifiche vedono in cima un’università britannica, con l’Università di Oxford in testa in sei di queste.

Alfredo Magnifico